Magazine di Arte, Cinema, Comics/Manga
Letteratura, Musica, Scrittura creativa, Teatro

Anno XIII - N° 157 - Maggio 2015

 

Sostieni Emergency

Chi Siamo Sommario Elzeviro Poesia Indice Autori Gerenza




 


 

 

Home Page


In primo piano


La poesia "coglibile" di Gaetano Perlongo
di Vitalina Scimeca




Solo un poeta può sbattere contro l’ombra di un uccello in volo.
Mi piace introdurre Gaetano Perlongo con questo aforisma di Mihai Josif Pauliuc.
Vi è sempre, in ogni poeta, in modo più o meno latente un intento ideologico-didascalico o idealistico-liberatorio, si tratta di un’eredità inconscia o consapevole che assorbe le origini della poesia, sintesi certa del mondo.
Gaetano Perlongo non fa certo eccezione, la sua esperienza umana da uomo a uomo vivo tra gli uomini, cittadino del mondo ha saputo destare valori oggi sopiti e obsolete.
La sua poesia travalica i chiusi limiti dell’esperienza per indagare ben oltre, ha saputo cogliere il senso della fratellanza, della giustizia e dell’amore, riesce a fondere reale ed ideale.
La sua “poesia” pur nutrendosi del presente, può dirsi acronica, "coglibile" sempre da coloro che non hanno dimenticato la lacrima. In questa raccolta “In un preludio d’autunno”, l’autore trasmette emozioni e sensazioni, percorsi da brividi oscuri; non è poesia della memoria, non è autobiografismo, non è calligrafismo e neanche spontaneismo naif.

Scarica gratuitamente l'e-book (pdf - 258 KB).


Tutti i diritti riservati © 2015 Il Convivio - Partner tecnologico Pertronicware

Rubriche

E-book della poesia
Proposte di lettura
Recensioni
Comunicati
Links
Box e-mail
Archivio



 

Risoluzione consigliata: 800 x 600 pixel - Browser: Microsoft Internet Explorer 4.0 o successivi