Sostieni Emergency

Chi Siamo Sommario Editoriale Poesia Cultura Elzeviro


Home Page


In primo piano




Wojciech Kuczok, Carola Susani, Jaroslaw Mikolajewski, Silvano De Fanti

DENTRO GLI OCCHI LA PAURA

domenica 6 dicembre 2009, ore 18, sala Turchese

palazzo dei congressi, Roma Eur

NELL’AMBITO DELLA FIERA DELLA PICCOLA E MEDIA EDITORIA Più LIBRI Più LIBERI

 «Ma il vecchio K. non sopportava le lacrime a lui indirizzate, non sopportava lacrime gocciolanti sulla sua coscienza, perché l’unica cosa che poteva fare per evitare quelle lacrime era chiedere scusa, e lui non era capace di scusarsi; perché l’unica cosa che poteva fare per chiedere di non piangere era chiederlo, ma lui non riusciva a chiedere.»

«Figliolo, ricordati che chi non ubbidisce per amore, ubbidisce per paura»

Wojciech Kuczok sarà l’atteso protagonista dell’incontro che si terrà domenica 6 dicembre 2009 alle ore 18 nell’ambito della fiera del libro di Roma insieme con Carola Susani finalista al Premio Strega 2007 e  scrittrice attenta alle delicate dinamiche dei rapporti familiari.

Melma è la prima traduzione italiana di un'opera di Kuczok, (Forum 2009) ed è uno dei romanzi che più sensazione hanno fatto negli ultimi anni in Polonia. È la storia ordinaria e spaventosa di una famiglia tossica vista con gli occhi di un ragazzino, la storia di persone incapaci di convivere e di separarsi. Una vicenda di rapporti familiari in cui si mescolano odio e amore, avversione e attaccamento, indifferenza e supponenza, vuotezza d’ideali, desideri repressi, fallimenti.

Il piccolo K. vive con la famiglia in una cittadina della Slesia ai tempi della Repubblica Popolare Polacca nella sua fase di sgretolamento, in una casa che – costruita dal nonno a simbolo del benessere raggiunto –  il padre del giovane narratore, chiamato sempre ‘il vecchio K.’, trasforma in una casa dell’orrore.

Il giovane protagonista è sottoposto fin da bambino alla ‘pedagogia dello scudiscio’, a un’iniziazione alla vita fatta – quando non di percosse – di ingerenze nella vita intima, di ammonimenti banalmente retorici, di torture psicologiche, nel tentativo di acquisire un’autorità morale che le frustrazioni consentono di acquisire solo attraverso il dominio della violenza. E tuttavia il vero dominatore del romanzo è proprio la vittima, l’autore-narratore, che tramite un’analisi razionale e dettagliata della follia familiare, del dispotismo paterno e dell’umiliazione quotidiana, riesce a cogliere gli aspetti buffi, grotteschi, a volte comici, rifuggendo da lamentazioni e avvilimenti.

Con l’andar degli anni  la melma del titolo, dapprima quella metaforica, ricopre lentamente la casa riducendola a emblema di vecchiezza, sporcizia, degrado, finché la melma reale – onirica ma reale nei desideri del giovane protagonista – non soffocherà per sempre il padre-padrone.

Ma le tracce dell’infanzia negata resteranno indelebili nell’animo del piccolo K. divenuto adulto.

 

Wojciech Kuczok dialogherà con Carola Susani e con il poeta Jaroslaw Mikolajewski, direttore dell’Istituto Polacco di Roma, insieme con il traduttore del libro Silvano De Fanti, polonista dell'Università di Udine.

 

collana OltrE
anno 2009
formato cm 15x20,5
pagine 136
immagini b/n
prezzo € 14,00
ISBN 978-88-8420-563-6

per ricevere il libro per recensione scrivere a:

segnalando la testata, nome del giornalista e l’indirizzo postale

 

tutta la collana OltrE su www.forumeditrice.it

 


Tutti i diritti riservati © 2009 Il Convivio - Partner tecnologico Pertronicware

Rubriche

E-book della poesia
Proposte di lettura
Recensioni
Concorsi letterari
Links
Box e-mail
Archivio


Centro di poesia contemporanea

Risoluzione consigliata: 800 x 600 pixel - Browser: Microsoft Internet Explorer 4.0 o successivi