Sostieni Emergency

Chi Siamo Sommario Editoriale Poesia Cultura Elzeviro


Home Page


In primo piano


De Vulgari Mathematica: Matematica e letteratura di Piergiorgio Odifreddi

[...] Anche concedendo, almeno a posteriori, che la matematica possa aver intrattenuto rapporti privilegiati con la filosofia, sembrerebbe più arduo argomentare che essa ne abbia potuti avere anche con la letteratura: ma l'assegnazione dei nomi delle sezioni coniche (parabola, ellissi, iperbole) ad alcune figure letterarie ci fa sospettare che forse qualcosa possa affiorare. Incominciando a scavare, si scopre subito ad esempio che alcuni scrittori di valore erano in realtà matematici di professione: Omar Khayyam, autore del Rubaiyat, oltre che di lavori di algebra e di geometria; Bram Stocker, autore di Dracula; Lewis Carroll, autore degli indimenticabili Alice nel paese delle meraviglie e Oltre lo specchio, che altri non era che il professor Charles Dodgson a cui si devono anche polverosi e giustamente dimenticati trattati di geometria (oltre che fotografie di ninfette seminude); Bertrand Russell, già citato premio Nobel per la letteratura nel 1950; e Alexander Solzhenitzin, premio Nobel per la letteratura nel 1970. Viceversa, è tutt'altro che raro trovare protagonisti o (pagine di) argomenti matematici nelle opere di grandi autori: casi tipici sono il Convivio e la Divina Commedia di Dante; i Viaggi di Gulliver di Jonathan Swift; Bouvard e Pécuchet di Gustave Flaubert; I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoievski; Guerra e pace di Lev Tolstoy; Gesta e opinioni del dottor Faustroll, patafisico di Alfred Jarry; I turbamenti del giovane Törless e L'uomo senza qualità di Robert Musil; l'Incognita di Hermann Broch; il Gioco delle perle di vetro di Hermann Hesse; Noi di Evgenij Zamjatin; Il primo cerchio e Reparto cancro di Alexander Solzhenitzin; i racconti fantastici di Jorge Luis Borges, in particolare quelli raccolti in Finzioni e nell'Aleph, esplicitamente ispirati a "libri di logica e matematica letti ma non perfettamente compresi"; alcune opere del visionario Stanislaw Lem, fra cui Golem XIV; Furor mathematicus di Leonardo Sinisgalli; ...Ad un livello letterariamente meno alto, ma non per questo meno interessante, esempi isolati di racconti con riferimenti matematici sono: La lettera trafugata e Lo scarabeo d'oro di Edgar Allan Poe; La storia di Plattner di Herbert George Wells; Le avventure dei danzatori di Arthur Conan Doyle; Un messaggio dell'imperatore di Franz Kafka; I sette messaggeri di Dino Buzzati; L'incendio della casa abominevole di Italo Calvino; La lezione di Eugène Ionesco; ...Pur mantenendosi in genere a bassi livelli letterari, la fantascienza ha comunque spesso mostrato una grande capacità inventiva, ed ha trattato argomenti matematici almeno in: Nove volte sette e Diritto di voto di Isaac Asimov; Il disco di fiamma di Philip Dick; Scacco matto di Robert Sheckley; Naturalmente di Fredrick Brown; La casa nuova di Robert Heinlein; La macchina della realtà di William Gibson e Bruce Sterling; Software e Wetware di Rudy Rucker; Jurassic Park di Michael Crichton; ... Procedendo sempre più nella direzione della matematica, alcuni scrittori hanno cercato esplicitamente di rendere argomenti tecnici in maniera letterariamente attraente: l'esempio più noto e riuscito è Flatland di Edwin Abbott, che descrive dettagliatamente la geometria di un mondo piatto piano (il cosiddetto "planiverso"); sulla sua scia altri sono venuti, in particolare Sphereland di Dionys Burger, che descrive un mondo piatto ma sferico, e I racconti scientifici di Charles Hinton, che sperimentano invece nella direzione opposta di un mondo quadridimensionale. Il percorso che parte dal considerare gli elementi di natura matematica come un abbellimento dell'opera letteraria, e passa per l'asservimento totale di questa alla divulgazione di argomenti tecnici, trova la sua naturale conclusione nel dissolvimento della struttura dell'opera nella matematica, più in particolare nell'utilizzo di concetti tipicamente matematici quali permutazioni, combinazioni, grafi, simmetria, isomorfismo e omomorfismo per la genesi dell'opera. Esempi tipici di opere a struttura matematica sono: L'amore assoluto di Alfred Jarry, che ammette tre diverse letture interpretative simultanee; Locus solus di Raymond Roussel, generato mediante un procedimento di successive trasformazioni sintattiche di una frase; La donna del tenente francese di John Fowles, a finali multipli; Il gioco del mondo (Rayuela) di Julio Cortazar, che ammette due percorsi di lettura alternativi; Centomila miliardi di poemi di Raymond Queneau, basati sul calcolo combinatorio; La vita: istruzioni per l'uso di Georges Perec, basata su 42 quadrati greco-latini e un percorso di un'intera scacchiera 10 per 10 mediante la mossa del cavallo; Afternoon di Michael Joyce, il primo romanzo ipertestuale da navigare, e non più da leggere sequenzialmente; ...Un'intera corrente letteraria, che va dall'Oulipo (Ouvroir de Littérature Potentielle) francese all'Oplepo (Opificio di Letteratura Potenziale) italiano, ha addirittura assunto la realizzazione di opere a struttura dichiaratamente matematica come sua poetica: ad esso appartenevano autori come Queneau, Perec e Calvino, ed alcune delle sue produzioni sono raccolte nel volume La letteratura potenziale (Clueb, 1985), attribuito collettivamente all'Oulipo [...]

Piergiorgio Odifreddi è docente di Logica a Torino (e presso la Cornell University di New York). Giornalista e collaboratore de La Repubblica, recentemente ha pubblicato "Il Vangelo secondo la scienza" (Einaudi, 1999) , "La Matematica del novecento" (Einaudi, 2000) e "Il computer di Dio" (Cortina, 2000).

Links
Home Page:
http://www.vialattea.net/odifreddi/index.html
Articoli su "Repubblica":
http://lgxserver.uniba.it/lei/rassegna/odifredd.htm
Articoli su "Pristem":
http://matematica.uni-bocconi.it/indice/indiceodifreddi.htm
Per gentile concessione dell'

 


Tutti i diritti riservati © 2002 Il Convivio - Partner tecnologico Pertronicware

Rubriche

E-book della poesia
Proposte di lettura
Recensioni
Concorsi letterari
Links
Box e-mail
Archivio


Centro di poesia contemporanea

Risoluzione consigliata: 800 x 600 pixel - Browser: Microsoft Internet Explorer 4.0 o successivi