Sostieni Emergency

Chi Siamo Sommario Editoriale Poesia Cultura Elzeviro


Home Page


In primo piano


Persi sul sentiero di Raymond
di





Scritto negli ultimi momenti della sua vita, con l'assidua collaborazione della moglie, Tess Gallagher, "Il nuovo sentiero per la cascata"è, tra tutte le raccolte di Raymond Carver, quella che avvicina di più la forma poetica alla prosa.

Per molte ragioni la scrittura di Raymond Carver non ha mai attraversato il guado tra prosa e poesia: i suoi racconti, per quanto brevi, si sono sempre distinti per un lirismo tagliente nella sua nudità e indimenticabile per quell'ossessione per la quotidianità, per i tentativi più disparatii (e disperati) di dare un senso alla vita; le poesie, per certi versi complementari e contigue alle short stories, sono una discesa nell'amore che Raymond Carver riversava per la parola e per la lettura. "Il nuovo sentiero per la cascata" è, tra tutte le raccolte di Raymond Carver, quella che avvicina di più la forma poetica alla prosa, o viceversa. Scritto negli ultimi momenti della sua vita, con l'assidua collaborazione della moglie, Tess Gallagher, "Il nuovo sentiero per la cascata" alterna liriche straordinarie, frammenti letterari che non sono né racconti né poesie e nemmeno short stories (ma sono comunque bellissimi come Bretelle) e una complessa serie di citazioni (tra tutte quelle numerose di Anton Cechov, l'autore preferito di Raymond Carver) che sembrano il tema di una ballata: ritornano, come per definire il campo d'azione, il profilo, il mood, l'atmosfera. Poi partono le improvvisazioni di Raymond Carver, veri e propri assoli linguistici che non scendono a patti e si godono una libertà praticamente unica. Un valido esempio si nasconde tra i primi versi di Poesie: "Sono venute tutti i giorni di questo mese. Una volta ho detto che le scrivevo perché non avevo tempo per fare niente altro. Cioè, è chiaro, qualcosa di meglio. Qualcosa altro al posto di semplici poesie e versi. Ora invece le scrivo perché ne ho voglia. Più di qualsiasi altra cosa perché siamo in febbraio quando di solito non succede molto altro. Invece in questo mese sono fioriti i larici e un bel sole è uscito tutti i giorni". Certo, "Il nuovo sentiero per la cascata" non è quella specie di capolavoro di "Blu oltremare", stupendo zenith della poesia e della scrittura di Raymond Carver, ma ne è altrettanto rappresentativo. Una particolare nota di merito alle "edizioni minimum fax" (che hanno in serbo altri cinque volumi di Raymond Carver) perché hanno dato a "Il nuovo sentiero per la cascata" una bellissima copertina e lo hanno curato in tutti i dettagli dall'introduzione di Tess Gallagher alla traduzione di Riccardo Duranti. E' così che si fanno gli editori ed è così che si rende omaggio ad un grande, infinito scrittore come Raymond Carver.



Il testo

Raymond Carver, Il nuovo sentiero per la cascata, pp. 230,
Minimum fax, 1997.

Materiale tratto dal sito: http://www.lettera.com


 


Tutti i diritti riservati © 2005 Il Convivio - Partner tecnologico Pertronicware

Rubriche

E-book della poesia
Proposte di lettura
Recensioni
Concorsi letterari
Links
Box e-mail
Archivio


Centro di poesia contemporanea

Risoluzione consigliata: 800 x 600 pixel - Browser: Microsoft Internet Explorer 4.0 o successivi