Magazine di Arte, Cinema, Comics/Manga
Letteratura, Musica, Scrittura creativa, Teatro

Anno XI - N° 133 - Maggio 2013

 

Sostieni Emergency

Chi Siamo Sommario Elzeviro Poesia Indice Autori Gerenza




 


 

 

Home Page


In primo piano


Francesco Billeci, prolifico scrittore sociale
a cura di Gaetano G. Perlongo e Alice Randonelli



Di solito gli scrittori, pensano, si rilassano per creare le loro storie, di certo non lavorano e non impegnano la loro mente in altre attività se non in quelle letterarie e questo rientra nella logica, lui no. Francesco Billeci, scrittore e poeta siciliano, si occupa di costruzioni, ha la sua impresa, diversi operai che lavorano per lui, deve far fronte alle scadenze, ai lavori da consegnare alle gare a cui partecipare, insomma, impegna la sua mente in una professione che di solito lascia poco spazio alla fantasia ed all’immaginazione. Malgrado tutto Billeci, nei ritagli di tempo, negli spostamenti e la sera dopo il lavoro, viaggia con la mente elabora e scrive. Il primo libro è nato quasi per gioco nel 2010, il passato non si dimentica, di cui il ricavato è stato donato alla lega del filo d’oro è andato meglio di quanto lui stesso si aspettasse, primo capitolo di una serie di gialli, con il protagonista, un commissario di polizia (Federico Dilluvio) che fa da filo conduttore. Nel 2011 Francesco Billeci pubblica il secondo libro, La biglia verde, il protagonista è ancora il commissario Dilluvio, alle prese con un nuovo e intrigante caso: una serie di omicidi, che sembrano essere collegati tra loro, turbano la tranquillità di un piccolo paesino di provincia. Il magistrato archivia presto il caso, accusando il presunto responsabile. Ma l'intuito e l'esperienza che caratterizzano il commissario lo spingono ad indagare ancora più a fondo e, con la collaborazione del suo vice Alfredo, riuscirà alla fine a fare luce sull'identità dell'assassino. 

Un intreccio ben architettato quello creato dalla penna dell'autore siciliano, che riesce a intessere una trama dalle molteplici soluzioni, con un epilogo incerto e senza dubbio inaspettato, creando suspense e curiosità. Un romanzo corale in cui i diversi personaggi inscenano la drammaticità della vita, partecipando alla rappresentazione di una realtà a volte crudele e inspiegabile, ma che in fondo di realtà si tratta. Il volume arricchito della prefazione del giornalista RAI Roberto Gueli si aggiudicherà il 1° posto al premio internazionale La Pergola arte di Firenze e altri riconoscimenti in tutto il territorio nazionale. Sempre nel 2011 Francesco Billeci impegnato da sempre nel sociale, fonda a Borgetto e Partinico insieme ad altri imprenditori del luogo la prima associazione antiracket ed Antiusura LiberJato con lo scopo di dire no alla mafia, al pagamento del pizzo e ad ogni altra forma di criminalità organizzata. Influenzato forse dalla carica di presidente che riveste nella stessa, nel 2012 scrive e pubblica il suo 3° libro “Segreti di mafia”, terzo capitolo della saga del commissario Dilluvio. Il volume verrà arricchito dalla prefazione di Rita Borsellino, sorella del giudice Paolo assassinato dalla mafia e da Enrico Colajanni, presidente dell’associazione antiracket ed antiusura Libero Futuro con cui collabora dal 2011. Segreti di mafia riscuoterà successo in tutto il territorio nazionale, un nuovo, suggestivo caso metterà alla prova il fiuto del commissario siciliano Dilluvio, che, con la collaborazione degli amici di sempre, riesce a stanare una truffa milionaria architettata e messa a punto dagli insospettabili del paese e ad abbattere un pericoloso muro d’omertà che proteggeva il racket delle estorsioni. Colpi di scena, suspense, un amore inaspettato e intenso, un segreto custodito da trentasette anni capace d’intrecciare le vite dei protagonisti. 

A gennaio del 2013 esce il libro “I ginestri di Portella” una raccolta di 53 poesie in lingua siciliana con la traduzione in italiano, premiate in tutto il territorio nazionale, il volume è arricchito dalla prefazione di Enza Conti, dell’accademia internazionale” Il Convivio”, dall’introduzione di Francesca Davì, giornalista di Borgetto, dalla post fazione di Emma Caravello, poetessa palermitana. La copertina così come i disegni inseriti all’interno del volume sono stati curati dal pittore nazionale antimafia Gaetano Porcasi. Tra i collaboratori del libro, l’attore Dario Veca a cui il poeta a dedicato una poesia inserita all’interno del volume. 
“Le mie poesie, non parlano d’amore, io scrivo poesie che pongono il lettore a riflettere su fatti di storia, di cronaca, di sofferenze, soprusi e malattie, e come cita Enza Conti nella prefazione è anche un invito a saper andare oltre i fatti, in quanto c’è l’uomo che sa amare e voler bene. Sono poesie semplici e popolari rivolte a tutte le persone, dedicate ai mali del secolo come “Il cancro” , “la mafia” o “il vizio del gioco”, “bambini maltrattati e donne violentate ed uccise”, alla tradizione siciliana, alla religione cattolica, alle stragi del passato, come per esempio Portella delle Ginestre, premiata dall’associazione “Talenti Vesuviani di Napoli” patrocinata dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. L’emozione più grande in tutta la mia carriera? Pubblicare il 1° libro: Il passato non si dimentica nel 2010” e vincere il 1° posto nel 2012 all’Accademia Internazionale il Convivio, con “I bambini non si toccano”, libro inedito che pubblicherò nei primi mesi del 2014” ha dichiarato Francesco Billeci, in un comunicato stampa.

Francesco Billeci inoltre ha pubblicato un racconto all’interno dei libri Sicilia non è mafia (1987) e Noilapensiamocosì di Francesco Davì (2012); ha scritto la prefazione al libro Una rosa gialla per Lucia di Sergio Marioli (2012); ha scritto la prefazione al libro La mia esperienza con Dio di Salvatore Emmanuel di Stefano (2013); ha scritto la prefazione al libro Lo scriba di Salvatore Mirabile (2013).
Ha pubblicato le poesie Sorriso in Il passato non si dimentica (2010); I virgineddi in Poesie in Siciliano, La Biblioteca d’oro di Autori Vari, edito da UniBook, e in Pasqualino Fortunato (2012) a cura dell’Associazione culturale “Akkuaria” di Vera Ambra (2012); L’Aeroporto in Segreti di mafia (2012); A vecchia vistiuta ri nivuru e I virgineddi in Note e versi, prima edizione (2012); Lettera ad un amico che non ho mai conosciuto in Sacravita, Firenze (2012); Paura dell’assassino in Miedo, Associazione culturale Gli Occhi di Argo (2012); I ginestri di Portella in Poetando a Selvapina (2012);
Vulissi essiri, Littra a n’amico ca unn’aiu mai canusciutu, Alice è nei guai, Analogia dei sensi, Sorrisu, Ciao nonno in Noilapensiamocosì di Francesco Davì (2012); Lu jucaturi di carti in XXIV Premio Internazionale G.G. Belli anno 2012, Associazione culturale “Giuseppe Gioacchino Belli” di Roma; A Pino in La Biblioteca d’oro a cura di Santina Russo (2012); Ancili mannati di Diu e Emmanuel in “La mia esperienza con Dio” di Salvatore Emmanuel Di Stefano (2013); Lu curaggiu di Peppino e Mensa si San Giuseppe 2012 in “Premio internazionale di poesia Lillo Firetto, Associazione Culturale La dov’è l’arte Ribera (2013); Padroni l’uno dell’altro in “Parlami d’amore, a cura di Sara Pira, casa editrice La Zisa (2012); Vittime du duviri in Note e versi, seconda edizione (2013); Bedda fimmina mia in Il Convivio 2012.

Ha ricevuto i seguenti riconoscimenti: segnalazione di merito da LCP Borgetto al concorso “I Luoghi della memoria” per il contributo artistico dato al concorso (2010); segnalazione di merito dal Comune di Borgetto/Fondazione Buttitta al concorso letterario “Lo Zibaldone” per la poesia Tristezza (2010); segnalazione di merito dall’Associazione culturale Cava de’ Tirreni “L’Iride” per il romanzo Il passato non si dimentica (2011); 1° Premio Giallo d’autore presso “La Pergola Arte di Firenze” per il romanzo La biglia verde (2011); finalista al concorso letterario internazionale “Ara Pacis” di Roma con il romanzo inedito I bambini non si toccano (2011); riconoscimento di merito dall’Accademia internazionale “Il Convivio” per il romanzo La biglia verde (2011); la poesia in dialetto siciliano I virgineddi è stata selezionata dalla Commissione di Giuria “Pasqualino Fortunato di Butera - Premio internazionale” e inserita nell’antologia del premio classificandosi al terzo posto (2012) e dalla Commissione di Giuria “La Biblioteca d’oro” e inserita nel libro Poesie in siciliano, La Biblioteca d’oro 2012 di Autori Vari, edita da UniBook; diploma di elogio e benemerenza dall’Associazione culturale “Centro Studi Logos” di Licata per il romanzo Segreti di mafia classificatosi al quarto posto (2012); diploma di merito per il romanzo La biglia verde dall’Associazione culturale “Albero Andronico” di Roma (2012); diploma di merito per la poesia I virgineddi dall’Associazione culturale “Comunicare” di Carotino (2012); diploma di merito per la poesia I virgineddi dall’Associazione culturale “I Leoni 171di Ferro” classificandosi all’ottavo posto (2012); diploma di merito per la poesia Littra a n’amico ca unn’aiu mai canusciutu dall’Associazione culturale “Le nuvole” di Napoli classificandosi al terzo posto (2012); diploma di merito per la poesia A vecchia vistuta ri nivuru dall’Associazione culturale “I Leoni di Ferro” classificandosi al secondo posto (2012); diploma di merito per la poesia Lettera ad un amico che non ho mai conosciuto dall’Associazione culturale “Misericordia” di Firenze classificandosi fra le cento poesie inserite nell’antologia (2012); diploma di merito finalista per il libro inedito I bambini non si toccano dall’Associazione culturale “Scriviamo Insieme” di Roma (2012); diploma di merito finalista per la poesia in dialetto siciliano Bedda fimmina mia al Premio nazionale “Nicola Martucci Citta di Valenzano” (2012); premio speciale della Giuria 2012 finalista per il libro inedito I bambini non si toccano dall’Accademia internazionale “Il Convivio” di Castiglione di Sicilia; diploma di merito per la poesia A vecchia vistuta ri nivuru dall’Associazione culturale “Cult Pensiero” di Palermo (2012); diploma di merito per la poesia A musica nun mori mai dall’Associazione culturale “Gian Matteo Rinaldo” di Sambuca di Sicilia (2012); menzione d’onore per la poesia Bedda fimmina mia dall’Associazione culturale relativa al premio “II Concorso Nazionale di Poesia Città di Sant’Antonio Abate” (2012); menzione d’onore per la poesia Bedda fimmina mia dall’Associazione culturale “Premio Martucci Valenzano 2012”; diploma di merito per la poesia I ginestri di Portella dall’Associazione culturale “Poetando” a “Selvapiana in Festa II Concorso di Poesia” classificandosi al secondo posto (2012); diploma di merito per la poesia I ginestri di Portella dall’Associazione culturale “Aures” di Lascari classificandosi al terzo posto (2012); diploma di merito per la poesia A voglia di luttari dall’Associazione culturale “Cult Pensiero” di Palermo (2012); menzione di merito per la poesia Bedda fimmina mia dall’Associazione culturale “Il Convivio” di Castiglione di Sicilia (2012); menzione di merito per la poesia Mensa di San Giuseppe 2012 dall’Associazione culturale “Chiese Storiche” di Palermo (2012); menzione di merito per la poesia Lu jucaturi di carti dall’Associazione culturale “Giuseppe Gioacchino Belli” di Roma (2012); diploma di merito finalista al concorso letterario “Lillo Firetto - Prima Edizione 2012” per le poesie Mensa di San Giuseppe 2012 e Lu coraggio di Peppino dall’Associazione Culturale “Là dov’è l’arte di Ribera”. Nel 2012 ha ricevuto un diploma di merito con la poesia I ginestri di Portella dall’Associazione culturale Vincenzo Russo Talenti vesuviani classificandosi al 2° Posto. Nel dicembre del 2012 è stato nominato “Ambasciatore per la legalità 2012” dall’Osservatorio Sviluppo e Legalità e dall’Università di Palermo al Premio legalità La Franca 2012; finalista per il libro edito Segreti di mafia dall’Accademia internazionale “Il Convivio” di Castiglione di Sicilia 2013.

E’ prevista fra qualche mese l’uscita del libro “Ogni gruppu veni o pettini” commedia teatrale in lingua siciliana scritta con l’attore Dario Veca, che verrà mandata in scena al Teatro Gianì di Partinico ed anche a Palermo nel mese di settembre 2013. Francesco in questa commedia esordisce anche come attore interpretando il personaggio principale della commedia.
In questo periodo sta ultimando di scrivere il 5° capitolo della saga del Commissario Dilluvio, mentre è prevista per gennaio 2014 l’uscita del 5° libro, 4 capitolo della saga Dilluvio, dal titolo “Segreti di mafia 2: (I bambini non si toccano)“.

 


Tutti i diritti riservati © 2013 Il Convivio - Partner tecnologico Pertronicware

Rubriche

E-book della poesia
Proposte di lettura
Recensioni
Comunicati
Links
Box e-mail
Archivio



Risoluzione consigliata: 800 x 600 pixel - Browser: Microsoft Internet Explorer 4.0 o successivi