Sostieni Emergency

 

 

 

 

di Nino Nemo

 

 

Io sono

        

Io, io sono,

sono quello che voi

non conoscete ancora;

 

io vado per il mondo

frugando per le strade

cercando fra i sassi

le briciole di pane:

i resti dell’amore.

 

Io sono,

sono quello che mai

resterà un’ora fermo;

 

nemmeno con la mente

ritornerò indietro;

non verserò lacrime

su un giorno del passato:

 

non voglio quei ricordi.

 

Io sono,

sono Nemo che poi

se ne starà lontano

 

in mezzo alla gente

che non ha mai fortuna

e senza lamentarsi

vive sempre con poco

 

chiedendo ancora: perdono.

 


Tutti i diritti riservati © 2002 Il Convivio - Partner tecnologico Pertronicware

Rubriche

E-book della poesia

Proposte di lettura

Recensioni

Concorsi letterari

Links

Box e-mail

Archivio


Centro di poesia contemporanea

 

Risoluzione consigliata: 800 x 600 pixel - Browser: Microsoft Internet Explorer 4.0 o successivi