Sostieni Emergency

 

 

 

 

di M. S.

 

Addio

        

Un attimo trascorso

risuona all’improvviso tornando dal nulla.

Manichini senza testa ci sorreggono i pensieri.

Una notte trascorre dinanzi a noi.

Un silenzio innominabile scende dalle nubi.

Un fiume di tempi passati

negato, musicale e inimmaginabile,

conduce un triste gioco

senza attori.

Un vero fastidio si espande.

Un altro malinconico addio finisce,

come un sentiero

senza fine.

Un altro orrore ci consuma,

un tremendo futuro

abbiamo già vissuto.

Un arrivederci a mai più…

 

Una luce silenziosa

 

Le luci che illuminano la nostra vita

a volte si spengono.

qui trovo una qualsiasi attenuante

ma su ciò che è veramente domani

non so rispondere.

Troverò un sole distratto,

ma fra sogni distratti

siamo proprio dove vorremmo essere.

 

Libro chiuso

 

Mi sento e sono un libro chiuso,

al quale non importa la sua

copertina né quella degli altri.

 

Le mattonelle del sentiero

 

Vorrei scrivere mentre cammino

sopra le mattonelle di un sentiero

costeggiato da rose

verso l’ignota apparenza

di ciò che crediamo di essere.

Forse è giunto il momento

di raccogliere le nostre anime

e di figurarci di essere

stati sempre

lontano da qui.

Ma noi

seduti tra gli alberi smossi

dal vento

ascoltiamo una musica proveniente

da un luogo lontano

maledettamente eterno

e silenzioso.

Riflessione

 

Tutto ciò che

potevamo perdere

l’abbiamo abbandonato.

 

 

 


Tutti i diritti riservati © 2002 Il Convivio - Partner tecnologico Pertronicware

Rubriche

E-book della poesia

Proposte di lettura

Recensioni

Concorsi letterari

Links

Box e-mail

Archivio


Centro di poesia contemporanea

 

Risoluzione consigliata: 800 x 600 pixel - Browser: Microsoft Internet Explorer 4.0 o successivi