Sostieni Emergency

 

 

 

 

La poesia di Salvatore Lagravanese

 

La poesia di Salvatore Lagravanese è una poesia intensa e piena di metafore. I riferimenti classici non sono mai pesanti, ma sempre rivissuti con sensibilità moderna e personale, perciò si può dire che la sua poesia scaturisce dal cuore. Attraverso un’espressione accurata ed una profonda e schietta liricità penetra i sentimenti umani, in una ricerca costante all’insegna della semplicità estetica. La silloge presenta un buon equilibrio tra avvincente musicalità e susseguirsi di accattivanti immagini.

 

Perdono, sempre…

 

Svastiche incrociano stimmate

e la storia

cede al perdono

dove il sangue

brucia

sulla terra nera

e la luna ancor asciuga

sudari d’ossa…

L’urlo di Caino

ancor risuona nelle viscere

di martiri senza nome

e le croci vagano

nella terra dei profeti

dove semi strappati alla morte

sono ora fiori di vita

e librano colombe

sul ‘fratello’ teutonico…

Le stimmate hanno occhi

e le svastiche lame

ma tutto s’accomuna

in un sol gesto…

Quando il perdono cede

alla storia!

 

Sul vecchio ponte…

 

Aspettami, amore,

sul vecchio ponte.

La sibilla ha il cuore di vetro

e le stelle sulla lingua.

Ha la barba sul mento

e la voce viola…

E mi ha detto che avrò

ali di lucertola…

Aspettami, amore,

sul vecchio ponte

tra Plutone e il Sole,

la sibilla mi ha dato un bacio

sulla mano sinistra.

Sul vecchio ponte

è passato un gatto nero?

 

Le mele rosse…

 

Vorrei baciar mele rosse

e profumate…

Avvicinati, sorgente d’acqua,

e lava il mio petto

coperto di terra nuda…

Avvicinati, usignolo bruno

e allora capirai…

Le mele rosse

giacciono sul prato

ferite e sanguinanti.

Avvicinati!

Non ho bevuto alla fonte.

Arianna e Salomé

 

Ho baciato Arianna

con la testa in giù,

ma non ho seguito il filo

e il sangue è uscito dai piedi…

Non so se fare il funambolo

o aggrapparmi alla luna

ma Teso ha spezzato il filo

e la luna è caduta nel mare.

Mi sono svegliato col cuore

che usciva dalla bocca

e Salomé che danzava sul ventre!

 

 

 


Tutti i diritti riservati © 2002 Il Convivio - Partner tecnologico Pertronicware

Rubriche

E-book della poesia

Proposte di lettura

Recensioni

Concorsi letterari

Links

Box e-mail

Archivio


Centro di poesia contemporanea

 

Risoluzione consigliata: 800 x 600 pixel - Browser: Microsoft Internet Explorer 4.0 o successivi